Cose che capitano / 4 – 10 giugno 2018

1 giugno 2018


Per incominciare, cose che capitano ai ragazzi: il 9 giugno alle ore 15.30 al Fuori Pertini di Cinisello Balsamo (via Alberto da Giussano 3/E) si terrà il primo incontro del ciclo Le avventure degli dei e degli eroi. Gli incontri saranno condotti dallo scrittore e docente di Belleville Enrico Ernst. Tra laboratori d’arte, di scrittura e di costruzione si parlerà di eroi, mostri, divinità mitologiche e origini del cosmo. Il primo incontro, rivolto ai ragazzi dagli 8 ai 13 anni, è “La nascita del mondo: la Terra, il Cielo e i Titani”.

 

Cose che capitano sotto i portici di Mirandola (Modena): dal 7 al 10 giugno si terrà la seconda edizione del Memoria Festival, promosso dal Consorzio per il festival della memoria in collaborazione con Giulio Einaudi Editore. Ci saranno anche Francesca Serafini, che insegna sceneggiatura a scuola (8 giugno, 21.30, con Dori Ghezzi e Giordano Meacci per parlare di Fabrizio De André) e Stefano Bartezzaghi, che è stato ospite a scuola pochi giorni fa (9 giugno, 21.30, per parlare di memoria e “arte surreale”). Qui potete leggere il programma e la lista completa degli ospiti.

 

Cose che capitano sulle isole:

 

Sardegna – Ai Giardini Pubblici di Cagliari, dal 7 al 10 giugno, si terrà Leggendo Metropolitano, ideato e promosso dall’associazione Prohairesis. Il tema della decima edizione è “Tengo famiglia”: «Ogni individuo porta sempre con sé la propria storia, i propri ricordi, gli aneddoti e le vicissitudini della propria famiglia. Lo sanno molto bene gli scrittori che, tra realtà e finzione, fanno sempre i conti con le proprie dinamiche familiari, con le storie di padri e di madri. D’altronde la letteratura si è sempre interessata del concetto di famiglia da Manzoni a Pascoli, da Pirandello, a Verga. Ma cos’è la famiglia?». Tenteranno di rispondere i sessanta ospiti delle quasi cinquanta iniziative in calendario. Questo è il programma.

 

Sicilia – La nona edizione di Una marina di libri si svolgerà all’Orto Botanico di Palermo sempre dal 7 al 10 giugno. Il direttore artistico è Pietro Melati del Venerdì di Repubblica. L’edizione di quest’anno, dedicata al tema dell’oralità, sarà aperta e chiusa da Mimmo Cuticchio e Stefano Benni. Le direttrici tematiche degli incontri saranno quattro: il gotico, i grandi maestri del sapere, i segreti dell’orto botanico e il noir, con una particolare attenzione al noir francese in quanto il festival siciliano è gemellato con il Quais du Polar, il festival di Lione dedicato al genere poliziesco nella letteratura e nel cinema. Questo è il programma.
Cose che capitano agli archivisti: a Torino dal 6 all’8 giugno si terrà Archivissima, il primo festival degli archivi, una tre giorni per scoprire e approfondire i patrimoni culturali e le collezioni di 150 anni di archivi italiani. Tra incontri, workshop, tavoli di lavoro, conferenze, mostre e proiezioni dedicate all’archivistica la manifestazione si propone, fra gli obiettivi, quello di rendere Torino la capitale italiana degli archivi. La partecipazione agli eventi del festival è gratuita fino a esaurimento posti ma è consigliato pre-registrarsi online, operazione che garantisce anche l’accesso prioritario agli eventi. Questo è il programma della manifestazione.


Post Your Thoughts