Cose che capitano nei prossimi giorni / 30 ottobre – 5 novembre

27 ottobre 2017


Cosa capiterebbe se il cervello umano ricordasse tutto? È quello che accade al protagonista del racconto Funes, o della memoria di Borges. Al Festival della Scienza di Genova Rodrigo Quian Quiroga, professore di Neuroscienze all’Università di Leicester, parte dal racconto per spiegare i princìpi dell’attività cerebrale (venerdì 3 novembre, ore 17.30, Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio – Piazza Matteotti 9).

 

Dall’1 al 5 novembre torna Lucca Comics, il festival dedicato a fumetti, videogiochi e mascheramenti (qui il programma). Tra gli ospiti ci sarà Robert Kirkman, padre dell’universo narrativo di The Walking Dead, e fra gli italiani Gipi, IgortLeo Ortolani e Manuele Fior.

 

Andrea Camilleri è al Teatro Franco Parenti di Milano con il suo Esercizi di memoria (Rizzoli): “così come non era terrorizzato dalla pagina bianca, combatte anche l’oscurità della cecità e inizia a dettare. La sua produzione letteraria trova nell’oralità una nuova via per raccontare le sue storie” (lunedì 30 ottobre, ore 18.30, via Pier Lombardo 14).

 

Dal 31 ottobre al 2 novembre si potrà vedere al cinema Shining in occasione dei quarant’anni dalla pubblicazione del romanzo (apparso in Italia col titolo Una splendida festa di morte). L’1 novembre esce invece Una questione privata di Paolo e Vittorio Taviani, dal romanzo di Beppe Fenoglio, con Luca Marinelli nel ruolo del partigiano Milton. Paolo Taviani terrà una lezione aperta al nuovo Anteo-Palazzo del Cinema, seguita dalla proiezione del film (lunedì 30 ottobre, ore 16.30, Piazza XXV Aprile 8).

 

Cose che capitano fuori Milano: Gianrico Carofiglio presenta Le tre del mattino (Einaudi) a Modena (domenica 29 ottobre, ore 17.30, Forum Monzani – via Aristotele 33). Il giorno prima, a Omegna, Luca Novelli riceve il Premio alla Carriera al Festival di Letteratura per Ragazzi “Gianni Rodari”: oltre che scrittore, Novelli è naturalista, disegnatore e autore televisivo. Ha ideato la collana “I genietti” (Valentina Edizioni) incentrata sulla divulgazione scientifica per ragazzi (sabato 28 ottobre, ore 15.00, Largo Cobianchi).

 

Per chiudere, una cosa che capita a JAZZMI 2017: Paolo Fresu, trombettista jazz fra i più noti in Italia, presenta La musica siamo noi (Il Saggiatore 2017) in cui racconta il proprio apprendistato e il suo pensiero musicale e filosofico (sabato 4 novembre, ore 19.00, MUBA Fondazione Museo dei Bambini – via Besana 12).


Post Your Thoughts