Parole smarrite #6

26 luglio 2016


Schiappa, s. f. ‘persona che si dimostra incapace e inesperta nel lavoro, nel gioco, nello sport e sim.’

Benché l’area di provenienza non sia identificabile con certezza, il termine deriverebbe dal dialetto milanese: s’ceppin/s’ceppalègna indicava il taglialegna, ovvero ‘colui che viene a fare in pezzi le legne grosse’. In seguito il vocabolo passò a significare, con degradazione del significato originario, ‘chi fa le cose malamente’, ‘colui che è poco pratico del gioco’ o anche ‘cattivo sonatore’. Nell’accezione più generale, quindi, ‘persona poco abile’. Dal milanese la voce si diffuse poi a Roma e nell’italiano comune.[1]

 

 

 

 

[1] M. Cortelazzo, M. A. Cortelazzo, Dizionario etimologico della lingua italiana, Zanichelli, Bologna 2015.


Post Your Thoughts