Seminario sulla punteggiatura

con Francesca Serafini

 

sabato 8 giugno 2019

Costo: 90  + IVA

Iscrizioni aperte: info@bellevillelascuola.com

 

A parte le idee – e quelle nessuno ce le può insegnare – gli unici strumenti che abbiamo a disposizione per scrivere sono le parole e i segni interpuntivi. Per questo è importante che sia le une sia gli altri siano scelti con cura. E così, come non esiste una parola adatta a tutti i contesti, allo stesso modo la punteggiatura deve essere variata a seconda del tipo di testo che deve orchestrare.

 

Il modo in cui scegliamo di combinare parole e segni interpuntivi, il ritmo che vogliamo imporre a tutte le parti del nostro testo, sono tutti elementi che compongono il nostro stile. In questo laboratorio proveremo a dare delle indicazioni per scegliere sempre, consapevolmente, quello più adatto all’obiettivo da raggiungere, a seconda della natura del testo che dobbiamo scrivere (letterario, saggistico, giornalistico, informale, ecc.).

 

Una consapevolezza che parte da una diversa concezione della punteggiatura, rispetto a quella che ci è stata insegnata alla scuola elementare. Parleremo infatti di come punti e virgole non servono nello scritto per riprodurre le pause del parlato ma sono preziosi strumenti logico-sintattici che condizionano i significati stessi delle frasi che scriviamo.

Il laboratorio si divide in tre parti: un’introduzione teorica sulle funzioni della punteggiatura; una parte di esercitazione; e una parte per togliere dubbi e dare indicazioni nell’uso dei singoli segni, arrivando a capire che il punto e virgola non è morto ma quando è il caso è ancora tra noi pronto a mettersi al nostro servizio e al servizio – soprattutto – della comprensibilità dei nostri testi.

 

sabato 8 giugno 2019

Belleville – via Vivaio 14

 

Programma:

11:00-13:00 – Funzioni della punteggiatura

14:00-16:00 – Esercitazione

16:00-18:00 – Domande e risposte

 

Francesca Serafini, linguista di formazione, scrive libri (Questo è il punto. Istruzioni per l’uso della punteggiatura, Laterza 2012; Di calcio non si parla, Bompiani 2014) e da molti anni sceneggiature per la tv (“La squadra”; “Medicina generale”, ecc.) e per il cinema: con Claudio Caligari e Giordano Meacci ha scritto l’ultimo film di Caligari, Non essere cattivo (2015), designato a rappresentare il cinema italiano nella selezione per l’Oscar al Miglior Film Straniero 2015. Sempre con Giordano Meacci ha scritto il biopic Fabrizio De André – Principe libero andato in onda su Rai 1 a febbraio del 2018; e, insieme anche a Dori Ghezzi, il libro Lui, io, noi (Einaudi 2018). Ha curato editing per diverse case editrici. Tiene da anni corsi di drammaturgia e sceneggiatura per il cinema e la tv (Serial Writers, minimum fax e Mediaset; Web Series Lab, RSI). Dalla sua collaborazione con RSI è nata la webserie La strategia dell’acqua, scritta insieme agli allievi del corso.